Home    Opere Uniche    Bianchi Domenico    

Senza titolo 1980

di Bianchi Domenico

7.500,00EUR 6.250,00EUR

Senza titolo 1980
Senza titolo 1980
olio su tela monogrammata
40x60 cm
Esposto nella mostra dedicata al maestro dalla Gallerie Lambert Parigi
Autentica dell'artista su fotografia
Domenico Bianchi è nato a Sgurgola nel 1955. Si è diplomato in Scenografia all’Accademia di Belle Arti di Roma. Ha quindi cominciato la sua attività artistica nel 1977 con una prima esposizione a New York al Fine Arts Building, a cui sono seguite altre personali e collettive tanto in Italia che all’estero.Intorno al 1980 è vicino ad artisti come Pizzi Cannella, Dessì, Gallo, Tirelli. L’incontro con alcuni dei maggiori esponenti dell’arte povera, in particolare Mario e Marisa Merz e Jannis Kounellis, aprirà all’artista nuovi orizzonti di riflessione che lo porteranno ad approfondire lo studio dello spazio e a convincersi dell’importanza di arricchire la propria opera con la forza di valori essenziali e puri, che solo la semplicità di materiali grezzi può trasmettere. La luce diviene per l’artista elemento primario. La trasparenza della cera e della fibra di vetro insieme alle sottili foglie dei metalli in essa affogati (oro, platino, argento e rame) suggeriscono all’artista l’invenzione delle forme, la variabilità del timbro dei colori, la definizione dello spazio. Nelle opere di Bianchi l’immagine è costituita da un segno a volte quasi trasparente che mantiene l’apertura verso gli infiniti rimandi del senso. Le sue sono forme raffinate, tratti minimali, Mappe dell’anima.
La luce diventa per l’artista elemento l’elemento di base del suo linguaggio: ricercata, provocata, inaspettatamente trovata, sposando la trasparenza della cera con sottili foglie di oro, platino, palladio, rame. La ricerca dell’armonia degli elementi avviene nell’opera di Bianchi attraverso l’identificazione di una dimensione spaziale che affiora naturalmente dall’accostamento di linee, che tracciano figure geometriche da cui idealmente evincere il volume e la prospettiva. Nel 1984 e nel 1986 Bianchi é invitato alla Biennale di Venezia.
Vive e lavora a Roma
.
Tra le più importanti esposizioni collettive si segnalano: De Umbris Idearum, Sperone - Westwater Gallery, New York, 1984; The Spiritual in Art. Abstract painting 1890-1985, Los Angeles County Museum, Los Angeles, 1986; The Image of Abstraction, Museum of Contemporary Art, Los Angeles, 1988; III Biennale di IstanbuI,1992; Terrae Motus, Fondazione Lucio Amelio, Reggia di Caserta, Caserta, 1992; Nuevas Abstracciones, Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia, Madrid, 1996. Ha partecipato alla Biennale di Venezia nell’84, nell’86 e nel 1993.

Tra le mostre personali: Sperone-Westwater Gallery, New York, 1986, 1987, 1989, 1991; Galleria Christian Stein, Milano, 1988, 1990, 1995, 1998; Castello di Rivoli, Torino, 1989; Galleria Comunale d’arte moderna, Bologna, 1993; Stedelijk Museum, Amsterdam, 1994; Accademia di Ungheria (con Franz West), Roma, 2000; La ricerca della luce. Appunti sull’Arte di Domenico Bianchi, Centro per le Arti Visive, Pescheria, Pesaro, 2002.

Accedi


Password dimenticata?
Non sei ancora registrato?

Vedi opere per Artista

Seguici Sui Social

 

Pagamento sicuro

Possibilità di pagamento con Bonifico Bancario e Paypal